Un week end a York (Inghilterra)

Una mini guida per scoprire le attrazioni da non perdere, i luoghi storici, la storia del cioccolato; oltre a qualche consiglio su dove mangiare, bere un buon caffè e fare shopping.

York è un gioiello medievale, ricco di storia e cultura.  Con i suoi vicoli stretti, i suoi pub tradizionali e le deliziose tea room, York è il luogo perfetto nel quale entrare in contatto con il più autentico stile britannico. Saggiamente, il centro storico e’ stato in larga parte chiuso alle auto e questo rende la visita ancora più piacevole. 

Benchè sia perfettamente ragionevole visitare York con  una gita di un giorno da Londra (è raggiungibile col treno in un paio di ore), tuttavia, consiglio di pernottare qui, poiché la cittadina è davvero molto diversa dopo il tramonto; se amerete la sua rete di strade medievali di giorno, ne rimarrete letteralmente incantati la sera, quando le orde di turisti se ne saranno andate e riuscirete a udire il rumore dei vostri passi sul selciato.

Inoltre York ospita un numero di attrazioni tali da riempire tranquillamente due giorni di visita.

the shambles, la più affascinante strada medievale di York e d'Inghilterra

Le attrazioni imperdibili

National Railway Museum

Giornata di pioggia? Trovandoci nell’Inghilterra del Nord, c’è una forte possibilità che ciò accada, ma non preoccupatevi: potete spendere qualche ora nello stupefacente National Railway Museum.

Per quanto mi riguarda una delle scoperte piu sorprendenti di York. Sapevo infatti che la città ospitava un importante museo ferroviario (il piu importante del Mondo, ad essere precisi) ma non avrei mai immaginato una visita cosí interessante. Premetto che io non sono assolutamente una appassionata di treni ed ingegneria meccanica, al contrario. Ciononostante il museo mi ha rapita per la ricchezza e qualità dell’esibizione. Esemplari unici o splendide riproduzioni di locomotive e carrozze che hanno segnato la storia dei trasporti.  Particolarmente affascinante, per quanto mi riguarda, la risostruzione dettagliata degli interni delle varie epoche.

Ammirerete la carrozza dove ha viaggiato la regina Vittoria e quella della regina Elisbetta II; carrozze complete di letti e vasche da bagno; lussuosi carrozze con poltrone di velluto, morbidi cuscini e abat jour in tinta; pratici treni merci e treni ambulanza risalenti alla prima Guerra Mondiale, oltre al curioso funzionamento degli antichi treni postali. 

Siamo rimasti qui dentro oltre 3 ore senza nemmeno rendercene conto!  Inoltre, cosa altrettatanto straordinaria, questo museo e’ totalmente gratuito.

Assolutamente un must see anche per le famiglie con bambini che sono sicura si divertiranno un mondo.

le splendide carrozze del railway Museum a York

La cattedrale di York

York Minster è la più grande cattedrale medievale del Nord Europa, ed è considerata uno degli edifici gotici più belli del mondo. Ci sono voluti oltre 250 anni per costruirla e il risultato è mozzafiato. Questa cattedrale, dal punto di vista religioso, e’ seconda per importanza in Inghilterra solo a Canterbury; ma e’ la prima in assoluto in termini di dimensioni e bellezza.  Durante la nostra visita erano in corso dei lavori di restauro: nel cortile della cattedrale abbiamo osservato abili artigiani scolpire a mano le pietre con gli intricati decori che sostituiranno le parti danneggiate. Un lavoro impressionante e affascinante ma che fa comprendere il monumentale lavoro che ha richiesto la costruzione di questo tempio religioso.

cattedrale di York

The shambles

Si tratta di antiche vie medievali meravigliosamente conservate nel tempo. Questi passaggi risalgono al XIV secolo e sono tra i più antichi del Paese. Questa era la zona dove i macellai di York avevano le loro botteghe. Noterete come il selciato originale mostra una leggera curvatura ai bordi: questa favoriva lo scarico del sangue dagli animali macellati insieme a escrementi e detriti… (non essendoci allora un vero sistema fognario). 

Oggi, è un luogo decisamente più allegro e pulito, fiancheggiato da negozi, pub e ristoranti, ospitati negli edifici originali che risalgono a centinaia di anni fa. 

Questa strada è anche famosa per aver ispirato Diagon Alley in Harry Potter, e passeggiandovi non vi sfuggiranno le somiglianze. 

Inoltre gli appassionati del maghetto inglese, qui potranno anche curiosare all’interno di The shop that must be no named… dove ovviamente troveranno tutti oggetti a tema Harry Potter.

Benchè questa zona sia deliziosa in ogni ora del giorno, le folle che vi si accalcano durante le ore centrali la rendono decisamente meno godibile. Se potete, cercate di farci un giro quando i negozi sono chiusi (di solito chiudono verso le 5 del pomeriggio) quando potrete coglierne meglio l’atmosfera medievale autentica. 

York’s chocolate story

Nel XIX secolo, mentre altri centri dello Yorkshire facevano fortuna con l’industria tessile, l’economia di York si basava invece sulla pasticceria, e in particolare sulla cioccolata. Questa attrazione racconta proprio la storia delle famiglie che avviarono il commercio di questo goloso prodotto nella zona, inventanto prodotti come il famosissimo Kit Kat. 

Benche’ l’attrazione sia decisamente turistica (e un pò cara per quello che offre), tuttavia e’ innegabilmente divertente. Durante la visita, che dura circa un’ora, vengono offerti diversi assaggi (alcuni molto particolari, come la cioccolata liquida degli aztechi) e alla fine vi verrà data l’opportunita di preparare la vostra cioccolata (assemblando diversi sapori e decorazioni). 

Una passeggiata lungo le mura

Nessuna visita a York sarebbe completa senza una passeggiata intorno alle mura della città.  Molto ben conservate, con i loro 3,4 chilometri sono le mura medievali più lunghe in Inghilterra. Circa 2,5 milioni di persone vi camminano ogni anno, godendo di alcuni interessanti scorci sulla città e sulla cattedrale. Lungo il percorso ci sono cinque bar (cosí da queste parti chiamano le porte principali) e 45 torri. 

Se durante la passeggiata vi venisse voglia di una pausa, vi consiglio di sostare in uno dei café costruiti all’interno di alcune delle porte principali. Noi abbiamo sostato nel piccolo e delizioso The Perky Peacock coffee shop:  un posticino super accogliente ma dove, devo dire, purtroppo  fanno un pessimo espresso… 

Curiosare nei negozi

Gli Shambles non sono l’unico posto con graziosi negozietti. Il centro di York è pieno di negozi curiosi.  

Un paio di indirizzi interessanti li potete trovare a Stonegate: 

  • Kathe Wolfhart il Famoso brand Tedesco dove potrete immergervi, in qualsiasi periodo dell’anno, nella magica atmosfera natalizia. Un paradiso per chi come me ama il Natale e le tradizionali decorazioni in legno. 
  • The Antique centre of York: Si tratta di un negozio che in realtà ospita diverse decine di rivenditori di oggetti vintage e retrò.  Una sorta di labirinto con migliaia di teche contenenti oggetti di ogni tipo. Vi si può trovare di tutto e con un pò di occhio (e di pazienza) magari si può  scovare qualche oggetto davvero interessante. 
negozi di York

Una gemma nascosta: la Treasure’s House

Oltre alle attrazioni più note vi consiglio anche di fare una visita alla Treasure’s House, proprio dietro la cattedrale.  I suoi splendidi giardini, le magnifiche sale e l’accogliente cafè rendono questa residenza, oggi gestita dal National Trust, una piacevole scoperta. 

Il nome dell’edificio deriva dal fatto che un tempo ospitava il tesoriere della cattedrale.

L’ultimo proprietario fu un certo Frank Green. Un eccentrico dandy che modellò la casa a sua immagine. Frank, che era un terribile pignolo, stabilí con accuratezza dove posizionare ogni mobile. Per essere certo che i servitori non li spostassero (neanche di pochi centimetri) fece posizionare  delle borchie metalliche sul pavimento (ancora visibili ai visitatori) per contrassegnare la posizione esatta di ciascun pezzo dell’arredamento! 

Pensate che quando donò la casa al National Trust nel 1930, Frank lo fece a condizione che le stanze fossero conservate esattamente come le aveva lasciate – e arrivò al punto di minacciare di perseguitare l’edificio in caso la sua volontà non fosse stata rispettata!  

Per quanto si sia fatto il possibile per lasciare tutto inalterato, qualche oggetto è stato spostato per motivi di conservazione. Non stupisce quindi che, tra i vari spettri avvistati nell’edificio, uno sia proprio quello di Frank che mantiene la sua promessa.

Ma sembra che Frank non sia il solo fantasma a risiedere nell’edificio, infatti la Treasure House è famosa  per essere la casa con più spettri d’Inghilterra! L’avvistamento più spettacolare è quello di una spettrale legione romana che attraversò la cantina, sotto gli occhi allibiti dall’apprendista idraulico Harry Martindale nel 1953.  

“I don’t know about ghosts. You know, I had never seen a ghost before and I’ve never seen once since. But I do know what I saw that day in the cellar.”

Harry Martindale

I sontuosi interni della Treasurer's house

Curiosità: I gatti di York

Girovagando per il centro di York potreste notare statue a misura reale di gatti arrampicati nelle posizioni più strane. 

La storia dei gatti a York risale al 1920, quando Sir Stephen Aitcheson ne collocò due su un edificio di sua proprietà a Low Ousegate. Alcuni dicono che li mise lì per spaventare i topi, ma la storia è poco credibile. 

Fu nel 1979 che un architetto locale di nome Tom Adams  decise di riprendere l’idea ponendo statue di gatti negli edifici da lui progettati. L’idea piacque agli abitanti della cittadina e cosí altri seguirono, con la convinzione che questi  micetti portino fortuna.

Se volete divertirvi a scovarli, potete richiedere la mappa dello “York Cat Walk” presso l’ufficio turistico locale. 😸

Consigli su dove mangiare:

Ho gia’ parlato nel mio articolo sullo Yorkshire di Bettys Tearoom: un luogo delizioso dove fare una sosta in un ambiente dall’eleganza retrò, con gustosi dolci e un servizio gentile 

Vanilla café (12, College street): Proprio dietro alla cattedrale troverete questo delizioso café stile vecchia Inghilterra, caratterizzato da pizzi, merletti e tazzine di porcellana decorate con fiori delicati. Il posto più improbabile per un buon caffè voi penserete… e invece, incredibilmente, qui abbiamo bevuto il miglior espresso dello Yorkshire: un ottimo Illy dal sapore italiano. Consigliatissimo sia per il caffè che per la deliziosa posizione con una bella vista sulla cattedrale. 

Il Vanilla cafè serve un ottimo caffè

20 pensieri riguardo “Un week end a York (Inghilterra)

  1. Spero di vedere York l’anno prossimo, sfruttando il volo diretto per Manchester (altra città che vorrei visitare). Segno tutte le cose che già consigliato, soprattutto di andare ad orario chiusura negozi ed il museo dei treni, è il mio mezzo di trasporto preferito e mi piace scoprirne qualcosa in più 😍

  2. che meraviglia York! Non l’avevo mai presa in considerazione invece la trovo straordinaria e stravagante allo stesso tempo: assolutamente British! Le strade lucide di pioggia e quelle accoglienti tea room mi fanno venire voglia di andarci subito.

  3. Un tour per scovare gattini??? Ma è fantastico! L’atmosfera di York mi piace un sacco, e le tue foto mi hanno praticamente catapultata li, per le stradine medievali dei macellai, sotto la cattedrale e soprattutto…. nel negozio del Natale eterno!! Mi intriga moloto questa cittadina e spero di poterla vedere dal vivo al più presto!

  4. Non avevo assolutamente che ci fossero le statue a grandezza naturale dei gatti in giro per la citta’. Un tour a tema sarebbe proprio carino da fare tra un’attrazione e l’atra! Mi sono segnata il nome della mappa da chiedere 😀

  5. York è meravigliosa e io la amo soprattutto per la sua parte di storia romana e vichinga. Come dici tu. Vale la pena di fermarsi anche un paio di giorni. Per me anche di più: York è perfetta per essere usata come base per i dintorni.

  6. Dalle tue fotografie si direbbe che questa sia una cittadina di tutto rispetto che valga davvero una passeggiata. Sembra davvero un museo all’aperto; quelle case tradizionali sono fenomenali, e poi la chicca della mappa della “York Cat Walk” è davvero simpatica!

  7. Ma quanto è graziosa, e british e caratteristica York? C’è da perdersi nelle sue stradine, sono spettacolari, e ne hai fatto delle foto meravigliose 😉 Che voglia di gironzolare tra cattedrali, negozietti super tipici (il Kathe Wolfhart è il paradiso per chi ama il Natale…tutto l’anno!), e tearooms dove tuffarsi sempre più a fondo nelle tradizioni inglesi 🙂 Segniamo i consigli per quando finalmente vedremo questo gioiellino dal vivo.

    Baci!

  8. Proprio l’Inghilterra che piace a me, ricca di monumenti che testimoniano la nobile storia, ma col gusto un po’ retrò. E poi la cioccolata e i gatti… non posso mancare!

  9. Questo articolo credo proprio che lo girerò a una mia cara amica che mi ha detto giusto ieri che a breve andrà a York. Anche a me non dispiacerebbe visitare questa città che grazie al tuo post ho conosciuto meglio 🙂 Non sapevo delle statue dei gatti sparse per la città… se ci dovessi andare, sicuramente richiederei la mappa del York Cat Walk 🙂

  10. Già l’atmosfera medievale inglese mi avrebbe conquistata a prescindere, ma poi hai iniziato a parlare della storia cioccolatiera della città e delle statue dei gatti in giro, e sono andata in brodo di giuggiole. Prima o poi vedrò tutte queste bellissima città sparse in UK, tra cui proprio York!

  11. L’inghilterra più autentica e storica, che mi piacerebbe visitare. Mi affascinano molto i piccoli paesi con questi suggestivi vicoli, sembra quasi il set di un film d’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *