10 motivi per visitare lo Yorkshire

Se amate i paesaggi inglesi e non siete mai stati nello Yorkshire, beh ora è arrivato il momento. 😊

Lo Yorkshire e’ la più ampia contea dell’Inghilterra e uno dei suoi più grandi tesori. Soprannominato il paese degli Dei per il suo scenario spettacolare, ospita ben tre parchi nazionali: York Moors, Yorkshire Dales e parte del Peak District. In particolare il North Yorkshire, la cui economia è sempre stata legata all’allevamento delle pecore, e’ estremamente piacevole da visitare, in quanto poco deturpato dallo sviluppo industriale e dalla presenza di fabbriche e miniere. 

Gli abitanti dello Yorkshire sono generalmente amichevoli e cordiali. I villaggi, per lo più composti da cottage in pietra, sono curati ed i giardini rigogliosi. La natura offre paesaggi variegati: dalle dolci colline, alle aspre brughiere fino alle ripide scogliere. 

A proposito, se venite da queste parti è opportuno che sappiate che lo Yorkshire è anche la regione che vanta più avvistamenti di fantasmi di tutto il Regno Unito… 👻 

il villaggio di Robin Hoods bay nello Yorkshire

Cosa fare nello Yorkshire:

1. Visitare York

La seconda cittá piu visitata dell’Inghilterra e’ un vero gioiello medioevale, ricco di cultura e fascino. Le sue strette stradine acciottolate, il centro vivace, la meravigliosa cattedrale, il Museo Ferroviario più importante del mondo, sono solo alcuni dei motivi per visitare questa bellezza. Prossimamente vi parlerò in maniera più approfondita di York, città che mi ha piacevolmente colpito e dove consiglio di trascorrere almeno 2 giorni.

2. Ammirare Fountains Abbey e Studley Royal Gardens alla luce del tramonto

Dichiarati Sito Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, questi luoghi sono tra i piu incantevoli tesori della regione. Gestiti in maniera impeccabile dal National Trust, le monumentali rovine di questa abbazia e i giardini che la circondano, vanno assolutamente inclusi in un tour dello Yorkshire.  Se possibile, cercate di visitare queste spettacolari rovine nel tardo pomeriggio, poco prima della chiusura, quando i pullman di turisti sono ripartiti e la luce del tramonto rende questi luoghi ancora piu magici.  Considerate come minimo 1 ora per la visita, infatti la tenuta e’ piuttosto ampia e vale la pena percorrerla a piedi per apprezzarne appieno l’eleganza architettonica da ogni punto di vista.

le spettacolari rovine di Fountains Abbey al tramonto

3. Comprare le caramelle “di una volta” nel più antico negozio di dolciumi del mondo

A pochi chilometri da Fountains Abbey, fate una breve sosta nel delizioso villaggio rurale di Pateley Bridge. Sulla via principale, in un cottage in pietra dai soffitti bassi, e’ ospitato il negozio di dolciumi più antico del mondo (ufficialmente riconosciuto dal Guinness dei primati). Aperto nel 1827 non ha mai smesso di rifornire grandi e piccini di ghiottonerie. Entrando vi troverete di fronte decine di barattoli di vetro contenenti variopinte tentazioni di zucchero.

È uno dei pochi negozi di dolci che vende ancora dolci “retrò”, ovvero preparati col metodo tradizionale. I proprietari infatti parlano con orgoglio della qualità della loro pasticceria che è ancora fatta con le ricette originali risalenti al 19° secolo:  caramelle bollite in padelle di rame, il solo modo in cui dovrebbero essere fatte!

il più antico negozio di dolciumi del mondo

4.Assaggiare un Sunday Roast accompagnato dall’immancabile Yorshire pudding 

L’alimento più famoso originario di questa zona è sicuramente lo Yorshire pudding.  Il primo pudding venne cucinato in questa regione nel 1737, si tratta di una pastella cotta al forno molto leggera che ricorda un soufflè. 

Benchè in passato venisse mangiato come portata unica, oggigiorno è normalmente servito insieme al Sunday Roast, tipico piatto inglese domenicale; si tratta di una sorta di arrosto accompagnato da gravy (cioè una salsa ottenuta dal sugo di cottura della carne), verdure miste e appunto il pudding.  In ogni pub che si rispetti la Domenica troverete questa specialita’ nel menù. Ma solo e soltanto la Domenica! Non aspettatevi di poterlo mangiare altri giorni della settimana, gli inglesi sono molto fiscali su questo punto. 

Da queste parti il Pudding è considerata una cosa seria: c’è  una campagna per ottenere lo stato di Denominazione di Origine Protetta.  Ed il 3 febbraio di ogni anno si celebra il National Yorkshire Pudding Day!

Sunday roast accompagnato dal tradizionale Yorkshire pudding

5. Esplorare Malham Cove

Nel cuore del Dales National Park, si trova la più ampia distesa carsica d’Inghilterra. Malham Cove e’ un grande anfiteatro di pietra raggiungibile con una passeggiata di pochi minuti dal centro del villaggio omonimo. Ma vi consiglio di non fermarvi alla gola e di affrontare la ripida scalinata che vi porterà in cima alla gola. Ok, la salita è un pò dura, con scalini molto ripidi, ma giunti lassù potrete ammirare uno dei pavimenti di calcare più ampi del Paese, che ha dato forma ad un paesaggio affascinante, arido e selvaggio. 

I fan più attenti di Harry Potter vi riconosceranno immediatamente una delle ambientazioni scelte per Harry Potter e I Doni della Morte Parte 1

il pavimento calcareo più ampio d'Inghilterra

Malham e’ raggiungibile in auto (i mezzi pubblici sono piuttosto rari in questa zona), attraverso strette stradine estremamente pittoresche.  Godetevi il viaggio, mentre guiderete a bassa velocità,  ammirando lo stupendo paesaggio collinare costellato di (rare) fattorie e (molte) pecore.  Al termine della gita alla Gola, vi consiglio di sostare al Lister Arms per rifocillarvi: un accogliente e confortevole pub famoso nei dintorni per il gustoso Sunday Roast. 

il Lister Arms è un tradizionale pub inglese di campagna dove servono un ottimo Sunday Roast

6. Gustare un afternoon tea da Bettys ad Harrogate

Harrogate è una elegante cittadina termale vittoriana, da sempre roccaforte del partito conservatore, caratterizzata da case eleganti, curatissimi giardini e un’atmosfera tranquilla. 

La Tea Room Bettys da queste parti e’ una vera istituzione e non potete ripartire dello Yorkshire senza avere gustato uno dei suoi gustosi afternoon tea in una delle eleganti tea room (ce ne sono 6 sparse nello Yorkshire, ma quella di Harrogate è la prima e più antica).  

La famiglia che possiede Bettys ha sempre rifiutato di aprire le sue famose tea room fuori dallo Yorkshire, affermando che mantenendo Bettys un piccolo business possono tenere un occhio attento ai dettagli. Per la nostra esperienza (e abbiamo testato più volte le loro leccornie durante il nostro soggiorno 😋) non posso che concordare con loro. Decisamente uno dei nostri locali preferiti nello Yorkshire!

Curiosità: quando nel 1926 Agatha Christie scomparve per 11 giorni (in seguito ad una crisi coniugale) fu proprio ad Harrogate, allo Swan Hotel, che l’autrice si nascose.  Si era rifugiata qui utilizzando il cognome dell’amante del marito… 

Harrogate e’ anche il luogo dove e’ nato  Jim Carter, l’attore meglio conosciuto con il nome di Mr Carson, il maggiordomo di Downton Abbey.  A tal proposito è bene ricordare che la fortunata serie televisiva, benchè sia ambientata nello Yorkshire, in realtà e’ stato girata nell’Hampshire (Highglere Castle). 

la tea room Bettys dove gustare un ottimo afternoon tea

7. Salire i 199 gradini di Whitby

Uno dei luoghi più fotografati della regione è il punto panoramico chiamato i “199 gradini” di Whitby. Dal 1340, questi gradini sono serviti per condurre i fedeli alla Chiesa di St Mary’s, ma oggigiorno sono diventati il percorso preferito dai visitatori per godere di una vista mozzafiato sulla baia. 

Curiosita’: 

Salendo la lunga scalinata noterete sicuramente le panche che vengono utilizzate regolarmente dai turisti affaticati dalla salita. Oggigiorno però la maggiorparte dei turisti ignora che quelle provvidenziali panchine di legno furono installate per tutt’altro motivo. Fino al diciannovesimo secolo infatti, St Mary veniva utilizzata per le sepolture. Poichè  era estremamente faticoso portare una bara su per 199 gradini, furono costruite delle assi di legno per appoggiarvi la bara e far riposare i portatori durante la salita… le assi sono ancora lí anche se l’utilizzo e’ cambiato… 😉

Vista su Whitby, dai 199 gradini

8. Passeggiare tra le rovine che ispirarono Bram Stoker

Tra le  pittoresche rovine disseminate per tutta l’Inghilterra, Whitby Abbey e’ tra le più indimenticabili.

Una gigantesca lapide gotica che si staglia contro il cielo”, cosí la definisce la Lonely Planet. 

Ed in effetti non si puo non rimanere affascinati dall’atmosfera di queste rovine, abitate solo da uccelli e pipistrelli che nidificano sugli archi più irraggiungibili. 

..It is a most noble ruin, of immense size, and full of beautiful and romantic bits. There is a legend that a white lady is seen in one of the windows… This is to my mind the nicest spot in Whitby…”

Dracula by Bram Stoker

La posizione e’ affascinante, su una scogliera che domina il pittoresco villaggio di Whitby. E’ proprio qui che Bram Stoker fece approdare il conte Dracula al suo arrivo in Inghilterra. Lo scrittore infatti soggiornò a Whitby, dove la vista delle romantiche e cupe rovine gli diede l’ispirazione per il suo capolavoro. 

Benchè il villaggio abbia assunto un’aria troppo turistica per i miei gusti (soprattutto il lato nord del porto, pieno di sale giochi poco attraenti), le rovine mantengono inalterato il loro fascino e sono tra le più spettacolari che io abbia mai visto. 

Il sito è gestito dall’English Heritage e il biglietto di ingresso e’ di 8.90 sterline per gli adulti. 

le rovine dell'abbazia di Whitby ispirarono Bram Stoker quando scrisse Dracula

9. Perdersi nei vicoletti di Robin Hoods Bay

Per gustare il fascino di un tradizionale villaggio costiero, lasciate la turistica Whitby e dirigetevi nel più suggestivo Robin Hoods Bay. 

Questa baia in passato fu un importante punto di approdo per il commercio marittimo. Ma, lontano dagli occhi indiscreti degli ufficiali di dogana, qui si svolgeva anche un altro commercio molto più redditizio. Attraverso tunnel segreti e vicoli nascosti, enormi quantità di gin, brandy, tè, e tabacco venivano prelevati dalle navi per essere venduti sul mercato nero dai contrabbandieri (smugglers).

In una mezza dozzina di pub raggruppati intorno al porto, le stanze del seminterrato erano stipate di merci di contrabbando. Le antiche case vantavano botole e armadi nascosti per consentire il trasporto della merce lontano da occhi indiscreti. Molti dei circa 900 abitanti del villaggio erano coinvolti nelle operazioni di contrabbando, al punto che si racconta che fosse possibile passare una balla di seta dal fondo alla cima del villaggio senza mai farle vedere la luce del giorno.

Oggigiorno si respira un’aria piu tranquilla. Lasciate l’auto in cima al paese ed inoltratevi nei ripidi vicoli che vi porteranno giù fino al romatico porticciolo. Non seguite la strada principale (l’unica da cui passano le auto) ma inoltratevi nei sentieri pedonali che nascondono gli angolini piu affascinanti. 

Molti pub di Robins Hood Bay, nei tempi passati, erano dediti al contrabbando

10. Arrampicarsi sulle le strane formazioni rocciose di Brimham Rocks

Forse lo avrete già capito leggendo l’articolo fino a qui, nello Yorkshire ci sono molti gradini! Ma se non vi siete ancora stancati di arrampicarvi su e giù per ripidi pendii,  allora perchè non tornare un pò bambini ed affrontare la conquista delle rocce di Brimham?

Lo spettacolo naturale di Brimham Rocks, con le sue gigantesche formazioni rocciose, è stato creato da un immenso fiume 100 milioni di anni prima che i primi dinosauri camminassero sulla terra e una visita a questo straordinario paesaggio è davvero un viaggio nella preistoria.

Le rocce, qui hanno assunto forme strane e meravigliose e con un po ‘di immaginazione, assomigliano a creature familiari. I visitatori sono liberi di esplorare il sito, in cerca dell’orso danzante, il gorilla, l’aquila e la tartaruga.  

L’accesso al sito, gestito dal National Trust, e’ gratuito; si paga solamente il parcheggio (6 sterline per l’intera giornata). 

le strane formazioni rocciose di Brimhan Rocks

Con questo mio articolo, spero di avervi incuriosito e  stimolato a conoscere meglio lo Yorkshire, una regione che mi ha piacevolmente colpito e dove abbiamo trascorso una bellissima settimana di vacanza. E dove chissà, magari prima o poi tornereremo…   

3 pensieri riguardo “10 motivi per visitare lo Yorkshire

  1. Ho un debole per i cottage in pietra e i luoghi come Fountains Abbey…dovrei proprio visitare lo Yorkshire e sfidare la possibilità di avvistare qualche fantasma! 👻

    1. Te lo consiglio assolutamente. Noi abbiamo alloggiato in un delizioso cottage vicino a York e abbiamo affittato un’auto per gironzolare nella contea in libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *