La Cerimonia delle Chiavi alla Torre di Londra

Una delle esperienze più originali che potete fare a Londra

Sono quasi le 10 di sera nell’antica fortezza.

Dei passi risuonano nell’oscurità.  

Il Custode  della Torre si avvicina, è riconoscibile nel suo tradizionale costume rosso; percorre il viale di ciottoli che conduce alla Porta del Traditore. Porta in una mano una lanterna, e nell’altra, le chiavi della Regina.

Incastonata tra le possenti mura di questa antica fortezza storica, la Cerimonia delle Chiavi è uno dei più antichi e pittoreschi rituali di questo tipo ancora in vita. 

La Torre di Londra al tramonto

Sono 700 anni che questa cerimonia si ripete identica ogni sera. Si racconta che l’unica eccezione si verificò una sera durante la Seconda Guerra Mondiale, mentre la città veniva bombardata. E sebbene alla fine siano comunque riuscite a portare a termine la cerimonia, le Guardie scrissero formali scuse al Re per essere un po’ in ritardo (ahhh gli Inglesi!).

La cerimonia procede con uno Yeoman che prende la lanterna dal custode e lo accompagna nel suo percorso di chiusura delle porte della fortezza. 

Dopo aver chiuso la Porta principale ritornano lungo Water Lane verso la Wakefield Tower, dove nell’oscurita’ dell’arco della Bloody Tower una sentinella li attende.

“Alt!””Chi e’ la’?” chiede la sentinella

“The Keys” risponde il Custode.

“Le chiavi di chi?”

“Le Chiavi della Regina Elisabetta”.

“Passate Chiavi della Regina Elisabetta. Tutto bene. “

A parte il nome del monarca, queste sono le esatte parole che vengono pronunciate, immutate da secoli, durante il rito di “chiusura” della Torre di Londra.

Il custode avanza di due passi, solleva il cofanetto Tudor e dichiara “Dio protegga la Regina Elisabetta”. La guardia risponde “Amen” e il “Duty Drummer” suona la tromba.

Lo Yeoman Warder riporta le chiavi alla Queen’s House e le guardie si ritirano.

Come tutto ebbe inizio

La chiusura ufficiale delle porte della Torre iniziò a metà del 1300, per ordine di un furioso Edoardo III. Una sera, nel dicembre del 1340, il re si presentò senza preavviso alla Torre ed entrò  indisturbato nel palazzo senza che nessuno gli chiedesse nulla!

Cosi, dopo aver imprigionato il Conestabile della Torre, Edward de la Beche, per poca diligenza, Edward decretò che il castello da lí in poi doveva essere chiuso ogni sera al tramonto e riaperto all’alba.

Ed è proprio che ciò che accade, ogni notte, da 700 anni. 

Come assistere alla Cerimonia delle Chiavi (Ceremony of the Keys)

Ogni notte, dopo aver fatto uscire tutti i turisti, alcuni fortunati visitatori vengono riammessi alle 21.30 all’interno del Palazzo per assistere alla Cerimonia (e poi ricondotti fuori alle 22.05).

La cerimonia in sè dura poco più di 10 minuti. Ma l’emozione di assistere a questo rito centenario è forte.

Quello che più mi ha affascinato è il privilegio di vedere la Tower of London semideserta nell’oscurità, cosi come doveva apparire secoli fa, ai tempi di Enrico III.

La buona notizia è che il biglietto e’ gratuito.

La cattiva notizia e’ che e’ necessario prenotare con almeno 1 anno di anticipo!

La richiesta è alta e i posti molto limitati,  per mantenere intatta l’atmosfera originale. Durante la cerimonia non si possono utilizzare cellulari, non si può riprendere e bisogna mantenere un assoluto silenzio. Anche se mi dispiace non potervi mostrare qualche foto di questa fantastica esperienza, ammetto che queste regole contribuiscono a mantenere il rito estremamente affascinante e fuori dal tempo. I biglietti sono prenotabili sul sito ufficiale. Tenete presente che sono nominativi (vi verrà chiesto un documento all’ingresso) e una volta prenotati non è possibile modificare la data.  

9 pensieri riguardo “La Cerimonia delle Chiavi alla Torre di Londra

  1. Io ad esempio non conoscevo questa cerimonia che tra l’altro è davvero una pietra miliare nella storia della città. Sicuramente quando tornerò a Londra mi ricorderò di non saltarla. Grazie del suggerimento!

  2. Ma dici davvero? Un anno di anticipo? Mamma mia. L’esperienza è sicuramente emozionante e ci credo che sia riservata a pochi fortunati. Grazie per avermela fatta conoscere attraverso il tuo racconto perché dubito che potrò programmare un viaggio a Londra con un anno di anticipo LOL 🙂

  3. Londra riserva sempre davvero tante sorprese. Ogni volta che torno a Londra cerco sempre qualcosa di particolare, di nascosto, di segreto, da scoprire. Grazie mille perchè sicuramente prenoterò il biglietto per poter assistere a questa cerimonia. (con molta calma visto che fino al 31 ottobre 2020 è tutto prenotato)

  4. Sono stata diverse volte a Londra ma non conoscevo questo rito che si ripete ogni sera da così tanti secoli, deve essere senz’altro affascinante assistere a tale esperienza. Le scuse per un ritardo durante un bombardamento è proprio tipico inglese 😂😂😂

    1. Si purtroppo i tempi di attesa sono eterni… ma è davvero una esperienza speciale! D’altra parte se si potesse entrare in massa, tutto il rituale perderebbe fascino e significato.

  5. Un anno? Mamma mia, tantissimo però capisco… Mi piace anche che non si possa riprendere per mantenere tutto più originale possibile. Non sapevo di questo rito, adesso ho proprio voglia di assistere! Se dovessi tornare a Londra (togliamo il se 😂) controllerò se c’è disponibilità *_*

  6. Questa è una chicca meravigliosa. Pensa che ogni volta che vado a Londra soggiorno proprio vicino alla Tower of London, ma non avevo mai sentito della cerimonia delle chiavi. Ora avrei voglia di essere tra i fortunati riammessi ad assistere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *