Teatro e scandali a Londra: l’incredibile storia di Nell Gwynn

Passeggiando per Londra nel quartiere di Covent Garden è probabile che vi imbattiate in un pub dedicato a Nell Gwynn. Ce ne sono addirittura due a poche centinaia di metri di distanza. Il Nell of Old Drury Pub è uno dei piu antichi pub di Londra, mentre The Nell Gwynn Tavern è un pittoresco locale dagli esterni dipinti di rosso ed un’atmosfera d’altri tempi. Entrambi richiamano alla memoria un’attrice che lavorava nei teatri di Covent Garden nel diciassettesimo secolo. Ma chi era esattamente Nell?  E perchè, tra le migliaia di attrici passate per Covent Garden, solo lei ha ben due pub dedicati? Beh, la sua è una storia che merita di essere raccontata. 

Il pub di Covent Garden dedicato a Nell Gwynn

Il contesto storico

Per inquadrare il periodo storico tenete presente che siamo nel ‘600: in Inghilterra è il periodo della Restaurazione. Dopo gli anni di austerità del Protettorato di Cromwell, i britannici possono tornare a godere di forme di intrattenimento e divertimenti che per oltre un decennio erano stati banditi. Quando Carlo II sale al trono, all’inizio degli anni Sessanta del Seicento, fa subito riaprire i teatri. Ma il cosiddetto Merry Monarch (l’Allegro Monarca ) va oltre: legalizza la professione femminile di attrice. Porta così l’Inghilterra al passo con le sue controparti europee nel consentire alle donne di salire sul palco.

Coven Garden: dove tutto cominciò

Ma torniamo alla nostra eroina.  Le notizie sull’infanzia di Nell sono scarse ed incerte. Facendo parte della classe operaia la sua nascita e gli eventi della sua infanzia non sono stati registrati in alcun modo. Sembra  che suo padre fosse il capitano Thomas Guine: incarcerato per debiti muore in prigione lasciando la moglie e due figlie. A quei tempi trovare un lavoro onesto per una donna sola non è cosa semplice. Madame Ellen Gwynn si arrangia come può, diventando la tenutaria di un bordello a Covent Garden. Qui le figlie aiutano la madre, con quale ruolo non è ben chiaro.  Sembra che Nell sia addetta alle bevande e serva brandy ai clienti. Quel che è certo é che la sua infanzia non fa presagire grandi successi. Ma la vita ha in serbo delle sorprese per la piccola Nelly.  

la piazza di Covent Garden

Un’attrice fuori dal comune

Intorno al 1664, la nostra eroina comincia a lavorare come venditrice di arance di fronte al Theatre Royal Drury Lane.  Nell è una ragazza graziosa, ma soprattutto è dotata di un innato spirito comico che usa per attirare i clienti. 

Con le sue battute spiritose e la sua briosa impertinenza, la giovane ragazza attira l’attenzione di Charles Hart, uno degli attori del teatro. All’età di 14 anni ne diviene l’amante e viene introdotta alla professione di attrice.  Nell diventa così una delle prime attrici a calcare il palcoscenico in Inghilterra. La sua prima apparizione risale al 1665 nell’”Imperatore Indiano” di Dryden.

Ma com è la vita delle attrici a quel tempo?  Molte delle prime attrici sono ex prostitute e non c’è ancora molto rispetto della figura professionale. Basta pensare che gli spettatori maschi, pagando un centesimo extra sul biglietto, sono ammessi a vedere le attrici che si cambiano nel camerino. Inoltre molti dei ruoli scritti per le donne non sono altro che l’occasione per metterne in mostra le gambe o altre nudità.  La realtà, è che nei loro primi ruoli, le attrici spesso sono poco più che oggetti da guardare. Tuttavia, man mano che le attrici guadagnano attenzione, abilità e fama, possono cominciare a fare maggiori richieste agli scrittori e le parti cominciano a migliorare. Nell stessa, riesce ad interpretare alcuni eccellenti ruoli brillanti, scritti apposta per lei da Dryden e dai suoi contemporanei. 

In meno di due anni il suo innato talento comico la porta a ricoprire ruoli da protagonista e grazie ad essi raggiunge la notorietà.  La nostra eroina è diventata famosa.

Drury Lane Theatre

Nell Gwynn, la favorita di Carlo II

Dalla notorietà il passo è breve a frequentare nobili ed aristocratici. Nel 1667 diventa  l’amante di Charles Sackville (Lord Buckhurst). L’anno successivo viene presentata al Re in persona, che rimane colpito dalla briosa vivacità e naturalezza  della ragazza e ne fa la sua amante. Carlo II è noto per avere parecchie amanti, tuttavia sembra che Nell abbia occupato un posto speciale nel suo cuore. Certamente la loro relazione ha resistito alla prova del tempo, lei è stata con lui fino alla morte. E gli è rimasta fedele anche dopo la sua scomparsa.

Carlo II e Nelly si amano davvero. Nell non ha nessuna delle aspirazioni politiche delle altre amanti di Carlo. Non vuole diventare un’aristocratica, non vuole un titolo, non c’è opportunismo politico da parte sua. È schietta ed onesta, totalmente diversa dalle persone che il Re frequenta a Corte. Al 79 di Pall Mall c’è il loro il nido d’amore. Qui intrattengono importanti personaggi di Londra in serate intime e senza cerimoniali. Questo per loro rappresenta un santuario domestico dove possono fingere per qualche ora di essere una coppia normale. Qui trascorrono spesso serate intere giocando a carte lontano da occhi indiscreti. Nell e Carlo nel corso degli anni hanno due figli: James e Charles Beauclerk, a cui viene concesso il titolo di duca di St Albans.

Non lasciare che la povera Nelly muoia di fame!

Sono queste le parole che Carlo II dice, sul letto di morte, a suo fratello minore Giacomo, che prenderà il suo posto sul trono.  Nel corso della storia spesso le favorite del Re cadono in disgrazia dopo la morte dei loro amanti, tuttavia Nell deve essere stata abile nel non attirare l’odio della Corte, visto che Giacomo II decide di rispettare totalmente la volontà del fratello. Concede a Nell una pensione di 1500 sterline all’anno (circa 150.000 in denaro oggi)  oltre a pagarle tutti i debiti. 

Ma Nell non vive a lungo dopo la scomparsa del suo Re. Solo tre anni dopo, nel marzo 1687, ha un ictus che la lascia paralizzata da un lato. Dopo pochi mesi ne ha un secondo che la lascia confinata a letto nella sua casa di Pall Mall. Muore il 14 novembre 1687, all’età di 37 anni.

L’attrice viene sepolta a St. Martin-in-the-Fields. La Chiesa si trova a poche centinaia di metri dal luogo dove è nata. Tuttavia la distanza, a livello simbolico e sociale, non potrebbe essere maggiore. A St Martin vengono sepolti vicari e personaggi importanti. Thomas Tenison, futuro vescovo di Canterbury e amico personale di Nell, recita il sermone funebre.  

In accordo con uno dei desideri finali di Nell, Tenison durante le esequie cita il seguente passo del Vangelo: “Proprio così, vi dico, ci sarà più gioia in cielo per un peccatore che si pente, che per oltre 99 persone giuste che non hanno bisogno di pentimento”.


Non sono molte le donne dell’epoca che hanno conquistato la notorietà e l’amore del pubblico quanto Nell Gwynn. E la cosa appare anche più eccezionale se si pensa a come la sua vita è iniziata: senza nessuna forma di educazione, cresciuta in un bordello di Covent Garden. Dopo gli anni del Governo Puritano, caratterizzato da austerità e severità, Nell fu il personaggio generoso, spiritoso e contagiosamente vivace, che i londinesi stavano cercando.

I luoghi di Nell Gwynn a Londra oggi 

Il pub dedicato a Nell Gwynn, sembra avesse un passaggio segreto che conduceva al teatro.

Il pub Nell-of-Old-Drury: un tunnel sotterraneo collega il teatro e il pub che era utilizzato dal re quando visitava Nell.  Una curiosità: l’esterno del pub appare nel film di Alfred Hitchcock, Frenzy.

Il pub si trova di fronte al Theatre Royal Drury dove l’attrice si esibiva regolarmente, si tratta  del piu antico teatro operativo del mondo. 

A Sloane Square, il rapporto di Nell con il re è immortalato nella Fontana di Venere del 1953. progettata dallo scultore Gilbert Ledward. I ritratti di Carlo II e Nell sono visibili sulla base.

La casa dove l’attrice ha vissuto per 16 anni si trova al 79 Pall Mall.

La Chiesa di St. Martin-in-the-Fields in Trafalgar Square, dove fu sepolta. 

2 pensieri riguardo “Teatro e scandali a Londra: l’incredibile storia di Nell Gwynn

  1. Non conoscevo affatto la storia di questa particolare attrice. Una vita molto frizzante la sua, a dir poco Colpisce sia per la vivacità che per la relazione, a quanto pare sentita, con il Re. Ma colpisce anche come la promessa fata in punto di morte al re sia stato poi veramente mantenuta. Peccato veramente la sua prematura scomparsa, era giovanissima!

    1. Non è un nome molto conosciuto, ma la sua vita fu alquanto straordinaria. Quante storie ha Londra da raccontare a chi è curioso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *