5 musei gratis di Londra che probabilmente non conoscete

Se siete già stati a Londra, probabilmente avrete già visto i musei imperdibili della città, quelli più famosi e visitati. Ma Londra è ricchissima di spazi museali, alcuni dei quali sono delle vere e proprie gemme nascoste. Vi propongo qui cinque musei un po’ fuori dalle solite rotte turistiche. Pur essendo molto diversi tra loro, hanno una cosa in comune: sono tutti gratis.

Docklands Museum

Forse uno dei musei più sottovalutati di Londra. Probabilmente a causa della sua posizione, viene spesso ignorato dai turisti di passaggio a Londra. Ed è davvero un peccato.

Il museo si trova infatti nella poco turistica Isle of Dogs (facilmente raggiungibile con la metropolitana). 

Il museo si concentra sul ruolo che il Tamigi e lo sviluppo dei Docks hanno avuto nella storia del Regno Unito. Potrete visitare un magazzino di 200 anni che rivela la lunga storia di Londra come porto ed una vasta gamma di oggetti curiosi nelle gallerie. La mia parte preferita è Sailortown: la ricostruzione di un quartiere londinese della zona del porto, dove è stata ricreata l’atmosfera dei docklands della Londra del XIX secolo con strade, case e negozi. Molto interessante (e meritevole di riflessione)  la sezione Sugar and Slavery, che rivela il coinvolgimento della città nel commercio degli schiavi. 

Consiglio: la visita a questo museo può essere un’ottima occasione per andare alla scoperta di Canary Wharf una zona di Londra decisamente fuori dalle solite rotte turistiche.  Moderna, sempre in evoluzione, piena di grattacieli ed edifici moderni, è la zona dove lavorano molti londinesi e dove hanno sede le più grandi aziende finanziarie del mondo. Se volete coglierne l’atmosfera, visitatela in un giorno infrasettimanale; durante il week end è pressochè deserta.

Orari: il museo e’ aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18. Costo del biglietto: gratis. Fermata metro: Canary Wharf

Dockland museum - interni

National Portrait Gallery

Sebbene la National Portrait Gallery sia meno conosciuta della vicina National Gallery, si tratta di un museo davvero interessante. Qui, i visitatori possono scoprire la storia inglese attraverso i ritratti di centinaia di famosi cittadini britannici.

La collezione fu fondata nel 1856 con lo scopo di riunire i ritratti delle persone più importanti e famose nella storia della Gran Bretagna. Il museo ospita infatti dipinti, fotografie, disegni, sculture e caricature, che non sono necessariamente opere d’arte di eccezionale pregio, ma hanno un grande valore storico.

Quando il museo fu aperto erano in mostra solo ritratti di personaggi defunti. Attualmente invece anche famosi cittadini britannici ancora in vita sono inclusi nelle mostre.

I ritratti sono esposti in ordine cronologico partendo dall’ultimo piano. La prima sala ospita dipinti di vari membri della famiglia Tudor e Stuart tra cui Enrico VIII, Elizabetta I e sua madre Anna Bolena.  Al piano intermedio si trovano i dipinti dei più importanti cittadini britannici tra il 1837 e il 1990, comprese le immagini della regina Vittoria, Sir Winston Churchill e Paul McCartney.  La galleria inferiore presenta ritratti contemporanei dal 1900 ad oggi, nonché alcune mostre temporanee.

A mio parere questo è un museo piacevolissimo e di solito non eccessivamente affollato. L’ingresso si trova proprio dietro la più nota National Gallery.

Consiglio: il museo ospita un ristorante dal quale si puo ammirare una splendida vista che spazia dalla colonna di Nelson su Trafalgar Square fino alla House of Parlament e al London Eye (lunch set menu di 2 portate  a 29.50 sterline). 

Orari: il museo è aperto tutti I giorni dalle alle 10 alle 18 (il venerdí fino alle 21). Prezzo biglietto: gratis. Fermata Metro: Charing Cross

National portrait gallery

The Wallace Collection

Ospitata in un palazzo nobiliare del XVIII secolo, la Wallace Collection rappresenta una delle più raffinate collezioni d’arte di Londra.  

Il museo permette di ammirare la collezione privata di Sir Richard Wallace, ultimo discendente di una nobile famiglia inglese. Sir Richard infatti, che era il figlio illegittimo del quarto Marchese di Hertford, non ebbe eredi.  Decise quindi di donare alla città di Londra le opere d’arte e la casa che le conteneva, a condizione che nessun pezzo venisse rimosso, nemmeno per prestiti temporanei. 

E cosi è stato: l’integrità della collezione è proprio uno dei fattori che la rendono cosí interessante. 

Il museo ha aperto al pubblico nel 1900 ed e’ composto da una grande varietà di opere preziose del periodo compreso tra il XV e XIV secolo.  Tra i pezzi più notevoli si possono ammirare le porcellane di Sevres e vari quadri francesi, tra cui il famosissimo e malizioso dipinto di Fragonard “l’Altalena”. La casa stessa ed il mobilio rappresentano una cornice perfetta per le opera esposte. La Back State Room e’ dedicata allo splendore del periodo Rococò francese. Un’area è dedicata alle armi ed armature orientali. Sono inoltre esposti dipinti di Tiziano, Rembrandt, Rubens, Van Dyck, Velazquez e Canaletto. 

Consiglio: il museo ospita una delle piu deliziose sale da tè di Londra, non perdete l’occasione di farci una sosta. 

Orari: aperta tutti i giorni dalle 10 alle 17.  Prezzo biglietto: gratis. Fermata metro: Bond street

Wallace collection è un interessante museo gratis

Science Museum

Il Museo della scienza di Londra è un museo che propone ai visitatori tematiche legate alla scienza ed alla tecnologia con un approccio interattivo.

Il museo è stato fondato nel 1857 e, nel 1928, fu spostato nella sua posizione attuale a South Kensington (proprio di fianco al famoso National History Museum). Il museo ospita oltre 300.000 oggetti suddivisi in diverse collezioni: scienza, tecnologia, industria e medicina.

Auto, aerei e un vasto numero di curiose invenzioni che hanno plasmato il corso della storia sono esposti nei sette piani del museo. Inoltre, il museo è caratterizzato da una forte interattività: i visitatori hanno la possibilità di interagire con centinaia di oggetti/esperimenti. L’obiettivo è quello di imparare divertendosi.

Tra gli oggetti più importanti del museo vanno ricordati il motore a vapore di Newcomen (1712), il modulo di comando Apollo 10 (1969) e il motore differenziale di Babbage (1832).

Il Museo della Scienza di Londra è considerato uno dei più interessanti e completi nel suo genere. Se viaggiate con bambini, questo, insieme al National History Museum, è probabilmente il museo più consigliabile.

Posizione: South Kensington  Orari: aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 Prezzo: L’ingresso al museo è gratis; ci sono alcune aree/esperienze a pagamento come il cinema IMAX o il simulatore di realtà virtuale.

Sir John Soane’s Museum

Quando si varca la porta di questa casa-museo, si entra in un luogo che non è cambiato dal 1837. Questo è per volere dello stesso Sir John Soane, che arrivò al punto di negoziare un atto del Parlamento per preservare la sua casa esattamente come il giorno della sua morte. Quando Soane morì nel 1837, una Fondazione onorò i suoi desideri e nacque cosí il Sir J. Soane Museum.

Soane fu un celebre architetto che disegnò, tra le altre cose, la Bank of England e la Dulwich Picture Gallery di Londra. Ma fu anche un collezionista inarrestabile; nel corso della sua vita accumulò migliaia di oggetti da tutto il pianeta, che amava mostrare con orgoglio nella sua casa.

Uno degli aspetti più affascinanti del Museo di Sir John Soane è la disposizione degli oggetti. Mentre nei musei è possible ammirare le collezioni ordinate per categorie o criteri specifici, la casa di Soane è letteralmente stipata di una miriade di oggetti posizionati in ogni anfratto e nicchia. Senza ordine apparente e puramente sulla base del gusto di Soane stesso. In questa vasta collezione, c’è a mio parere una potente bellezza che emerge proprio dalla disposizione caotica.  Sir Soane inoltre disegnò personalmente la sua casa, caratterizzata da giochi di luce affascinanti e spazi unici ed originali che mettono in risalto la bizzarra e preziosissima collezione.  

Curiosità: Nulla simboleggia il potere che Soane esercitava come collezionista come il sarcofago del re egiziano Seti I, tenuto nel seminterrato. Nel 1825, lo acquistò per £ 2000, una somma che il British Museum aveva rifiutato di pagare, e organizzò una festa di tre giorni per svelarlo.

Orari: dal mercoledí alla domenica, dalle 10 alle 17. Prezzo del biglietto: gratis  Fermata: Holborn Station. NB: non e’ permesso fotografare all’interno della casa

Sir Soane Museum

15 pensieri riguardo “5 musei gratis di Londra che probabilmente non conoscete

  1. Hai ragione, non conoscevo nessuno di questi musei. Ho però girato per Canary Wharf per un unico motivo: lì c’è l’hotel in cui è stato girato uno dei 007. James Bond faceva il bagno in una piscina meravigliosa e sono andata a vederla dal vivo all’hotel Four Season. (sembrava più grande nel film…)

    1. Già, Canary Wharf non è una zona turistica, quindi di solito ci si va solo se si ha in mente un obiettivo specifico! Non sapevo dell’hotel di James Bond 😉

  2. Non li conoscevo in effetti questi musei. Quando andai a Londra mi dedicai alle esposizioni più famose, come tutti penso del resto. Mi piacerebbe molto visitare la National Portrait Gallery però!

  3. Una guida molto interessante, non sapevo ci fossero tutti questi musei gratuiti a Londra, mi hai incuriosito specialmente con il Wallace Collection

  4. Sono una forte sostenitrice del libero accesso alla cultura, quindi non posso che essere felice della possibilità che Londra offre a tutti gli utenti. Ottimo articolo davvero, grazie per le dritte!!!😉😉

  5. Non amo particolarmente i musei a meno che non abbiano un’opera che che mi interessa particolarmente ma la maggioranza delle volte mi annoio a morte😅😅😅 …tra questi però mi incuriosisce il museo della scienza😊

  6. Londra è un città incredibile. La sua offerta culturale gratuita è davvero ampia. Ogni volta che ci torno trovo nuove cose da visitare. Tra questi musei che citi la National Portrait è il mio preferito.

    1. Verissimo, Londra ha moltissimi musei e per tutti i gusti. Non solo sono organizzati in maniera eccellente, molti sono anche gratis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *