Inghilterra: fatti curiosi, strane abitudini e leggi bizzarre

Ogni paese ha le sue stranezze e gli inglesi non vogliono certo essere da meno. Ho qui raccolto una manciata di fatti curiosi e divertenti dell’Inghilterra. Alcuni forse li conoscerete già, ma sono sicura che altri vi stupiranno ed alcuni vi faranno probabilmente sorridere. 

Fatti storici curiosi:

  • L’originale London Bridge si trova ora in Arizona. La città di Londra vendette il London Bridge, costruito nel 1831, nel 1967 perché non era abbastanza forte da sostenere l’aumento del traffico dell’epoca. Il ponte fu acquistato da Robert P. McCulloch e trasferito, pezzo per pezzo, negli Stati Uniti, in Arizona dove si trova tutt’ora.
  • La Regina ha un suo poeta personale che, per tradizione, viene retribuito in sherry (!). L’attuale titolare è Simon Armitage, che ha assunto il ruolo nel 2019. Il poeta di Corte ha diritto ad una retribuzione di 5.750 sterline e a 720 bottiglie di sherry. 
  • Sul terreno della Torre di Londra, devono sempre essere presenti almeno sei corvi. Ciò è previsto, per legge, da un antico decreto del re Carlo II. La leggenda infatti racconta che se questa regola venisse infranta, la monarchia cadrebbe.
la Torre di Londra nasconde molti fatti curiosi
  • La Regina non ha un passaporto. La regina Elisabetta II ha visitato oltre 100 paesi per missioni ufficiali, ma in virtù della sua posizione, non ha mai posseduto un passaporto. In Gran Bretagna infatti tale documento viene emesso «a nome di Sua Maestà». Il che significa che è lei stessa che lo rilascia, quindi non ne ha bisogno per viaggiare.

Abitudini curiose:

  • Gli inglesi bevono ogni giorno oltre 163 milioni di tazze di tè, circa 20 volte il numero di tazze consumate dagli americani. 
  • Per poter ottenere la licenza, gli autisti dei Black Cab (i taxi neri tipici di Londra) devono superare un rigoroso test chiamato “The knowledge”, che prevede la memorizzazione di ogni singola strada della capitale. Parliamo di circa 25.000 strade. E’ considerato uno dei test di questo tipo più difficili al mondo. 
  • L’ago di Cleopatra è una capsula del tempo. L’obelisco egiziano situato su Victoria Embankment, soprannominato l’Ago di Cleopatra, venne posizionato in quella posizione nel 1838.  Al momento dell’erezione dell’obelisco una “capsula del tempo” fu nascosta nella parte anteriore del piedistallo con vari oggetti. Tra questi: una serie di 12 fotografie delle donne inglesi più belle dell’epoca, una scatola di forcine per capelli, una scatola di sigari, diversi tabacchi, una serie di pesi imperiali, un biberon, alcuni giocattoli per bambini, un rasoio scintillante, un set completo di monete britanniche contemporanee, un ritratto della regina Vittoria, copie della Bibbia in diverse lingue, una guida ferroviaria Bradshaw, una mappa di Londra e copie di 10 quotidiani.

Leggi bizzarre (tutt’ora in vigore):

  • È un crimine attaccare un francobollo capovolto su una busta. Secondo il Treason Felony Act del 1848, tale gesto è considerato come un tradimento poiché la maggior parte dei francobolli britannici raffigura la testa della regina.
  • E’ illegale morire nell’Houses of Parliament (ovvero nel palazzo di Westminster, il Parlamento britannico). Siete avvisati…
interni del palazzo di Westminster
  • La legge inglese prevede che tutti i cigni non contrassegnati appartengano alla Regina. Un tempo, infatti, mangiare carne di cigno era considerato uno dei privilegi più alti tra gli inglesi, i quali per farlo dovevano pagare un franchigia alla monarchia. I nobili che potevano permettersi tale franchigia marchiavano i propri cigni sul becco. La pratica si fermò verso la fine del 1800, quando alcuni animalisti protestarono e la Regina Alessandra, moglie di Edoardo VII, ne sancì la fine. Tuttavia, il sistema di proprietà è ancora in vigore: c’è ancora una compagnia che censisce annualmente i cigni senza marchio, durante la celebrazione dello Swan Upping. Durante il censimento, i cigni vengono contati, visitati e infine rimessi in acqua.

Con questo ho terminato la mia breve carrellata di fatti curiosi su Londra ed il popolo inglese. E voi ne conoscete altre curiosità?

8 pensieri riguardo “Inghilterra: fatti curiosi, strane abitudini e leggi bizzarre

  1. Veramente originale, simpatico e illuminante il tuo post mi è piaciuto moltissimo!
    Tra gli hotel freddi e tecnologici e gli accoglienti castelli che profumano di storia sceglierei tutta la vita la seconda!!!E poi mi piacerebbe troppo provare la cerimonia del te sia a tema Mary Poppins (tra i miei film preferiti da bambina e …da adulta!) e Alice❤

  2. Questi inglesi non finiscono mai di stupire! Alcune curiosità le conoscevo, alcune invece mi hanno proprio stupita. Una tra tutte quella del poeta personale della regina che viene retribuito in sherry! In effetti non avevo mai pensato al fatto che la regina non avesse il passaporto, ma in effetti immagino che nessuno la fermerà mai per un controllo chiedendole i documenti 😉

  3. Sono tutte bellissime queste leggi! Avevo sentito quella dei cigni della regina, mi sembra di aver letto che una bambina le avesse scritto una lettera perché voleva un cigno in regalo e le fosse stato concesso 😂
    Quella del francobollo mi fa molto ridere, potere dei simboli!

  4. Che descrizioni affascinanti! Verrebbe proprio voglia di riempire alla meglio una valigia e fuggire in Inghilterra per assaporare tutti questi luoghi meravigliosi.

    1. Grazie Rossella! Ti auguro di poterlo fare presto, l’Inghilterra è piena di luoghi affascinanti che ti aspettano. 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *