I più bei villaggi delle Cotswolds

Una visita ai villaggi delle Cotswolds è assolutamente imperdibile per coloro che amano le atmosfere della classica campagna inglese. I pittoreschi cottage dal tetto di paglia vi conquisteranno ed i pub di campagna vi faranno venire voglia di sedere di fronte al focolare a bere un buon bicchiere di sherry.  Sono stata diverse volte nelle Cotswolds, è infatti una delle zone che amo di più in Inghilterra. Ogni angolo sembra un dipinto, tutto è perfetto, a volte così perfetto da non sembrare vero. 

Lower Slaughter è considerato uno di più bei villaggi delle Cotswolds

Il modo migliore per visitare quest’area è affittare un’auto per essere liberi di raggiungere anche i più piccoli centri. I mezzi pubblici potrebbero invece risultare piuttosto scomodi visto che in molti villaggi non ci sono stazioni ferroviarie. In alternativa all’auto, si può optare per un coach tour (gita in pullman) da Londra. Le Cotswolds sono raggiungibili da Londra in meno di due ore, quindi rappresentano un’ottima opzione per una gita di uno o due giorni da Londra.

Ad essere sincera, non mi è ancora capitato di veder un “brutto” villaggio in queste zone idilliache. Ma, se per voi questa è la prima volta in questa zona ed  il tempo a disposizione è limitato, vi propongo una selezione dei villaggi delle Cotswolds assolutamente imperdibili

Castle Combe

Forse il più noto fra tutti i villaggi delle Cotswolds è il piccolo Castle Combe (pronunciato “Ku:m”) nel Wiltshire. Il villaggio risale al dodicesimo secolo. Grazie al suo aspetto “vecchio mondo” e all’assoluta mancanza di semafori o insegne moderne, il villaggio è stato utilizzato come location per serie TV come Downton Abbey e Agatha Christie’s Poirot e per film come War Horse e Stardust.

Castle Combe

Il villaggio è molto piccolo, ma possiede alcuni degli scorci più belli e pittoreschi dell’Inghilterra rurale. Non per niente si fregia del titolo di “Villaggio più bello d’Inghilterra”.

Se volete regalarvi qualcosa di davvero speciale potete trascorrere una notte al Manor House un elegantissimo hotel di lusso pieno di carattere e di charme, ospitato in un edificio del 1600. 

Bibury

Bibury è un’altra famosa perla delle Cotswolds. Non ci sono particolari monumenti da visitare, ma non ce n’è bisogno: ciò che colpisce è la poesia del villaggio stesso. Sembra di essere trasportati dentro un dipinto.

Arlington Row a Bibury è un angolo suggestivo delle Cotswolds

Arlington Row, una pittoresca fila di cottage del XIV secolo affacciati su un fiume, è probabilmente uno dei luoghi più fotografati nella campagna inglese. 

Per un’esperienza unica potete soggiornare in uno dei cottage di questa deliziosa stradina che può essere affittato per brevi periodi tramite il National Trust. Il cottage, con 3 posti letto, è perfettamente restaurato ed è dotato di tutte le comodità.

Il villaggio vero e proprio si trova dietro Arlington Row: una manciata di graziosi cottage raccolti intorno alla Church of St Mary, una bella chiesa risalente all’epoca sassone. 

Broadway

Immerso nella dolce campagna inglese, il villaggio di Broadway è uno dei centri più vivaci  delle Cotswolds. La sua strada principale è ricca di sale da tè, negozi d’antiquariato e gastronomie. 

Nel corso dei secoli Broadway  ha ispirato  artisti e scrittori famosi, come William Morris, Oscar Wilde, John Singer Sargent e JM Barrie, il creatore di Peter Pan.

Soprattutto nei week end estivi il villaggio è preso d’assalto da bus di turisti, ma, come spesso accade, è sufficiente spostarsi in qualche via laterale per ritrovare la pace.

Se siete in zona vi consiglio decisamente una piccola deviazione verso Bretforton per una visita al Fleece Inn. Si tratta di uno dei più antichi pub d’Inghilterra e uno dei pochissimi sotto la tutela del National Trust. Un luogo pieno di atmosfera. 

Fleece Inn un tradizionale pub nella campagna inglese

Chipping Camden 

Antica città di mercato, come rivela il nome stesso (chipping infatti in  inglese antico significa mercato), rappresenta uno dei centri più importanti delle Cotswolds. 

Nel centro del paese è ancora visibile l’antico mercato coperto (market hall). La via principale é ricca di antiche locande, tea room, negozi e graziosi cottage nella tipica pietra color miele. 

A pochi chilometri l’Ebrington Arms è un delizioso pub pieno di charme e atmosfera. Le 5 camere sono accoglienti e mantengono il fascino dei vecchi pub ma con una grande cura nei dettagli. È un piacere fare colazione al mattino scaldandosi di fronte ad uno degli antichi camini.  The Times nel 2017 lo ha definito il miglior Village Inn d’Inghilterra. I prezzi per una camera doppia con colazione partono da 159 £ a notte.

Ebrington Arms

Stow-on-the-Wold

Ecco un altro vivace villaggio delle Cotswolds pieno di negozi indipendenti e locali dove mangiare. Probabilmente tra quelli citati è quello più vicino ad una piccolo cittadina. Il parcheggio nel centro del paese ha barattato un pò del fascino del luogo in favore della praticità.

Per un delizioso cream tea fermatevi da Lucy’s, famosa tea room con un’atmosfera da vecchia Inghilterra (pizzi e merletti in abbondanza). Gli scones sono enormi e squisiti. 

Una tea room nelle Cotswolds

Vi svelo un piccolo segreto, questo villaggio ospita un luogo magico. Proprio dietro la piazza, la Chiesa di St Edward è un misto di stili: Tudor e normanni gli esterni, vittoriani gli interni. Dirigetevi verso il lato nord dove due enormi alberi di tasso fiancheggiano il portone di ingresso. Si racconta che questo luogo fu d’ispirazione a J Tolkien quando descrisse i cancelli di Moria  nel Signore degli Anelli.

Upper e Lower Slaughter

Upper e Lower Slaughter sono altri due piccoli villaggi delle Cotswolds da non perdere.

Qui non ci sono negozi e ristoranti, a parte un suggestivo Inn e un favoloso Hotel a 5 stelle. Si tratta di un delizioso agglomerato di case nella tipica pietra color miele. Il pittoresco River Eye passa attraverso i due paesi, che sono anche collegati da una bella passeggiata.

Un tipico cottage nelle Cotswolds nella campagna inglese

I villaggi sono considerati tra i più belli della zona e sono spesso stati utilizzati per riprese di film e serie TV.

Lower Slaughter è visibile un mulino ad acqua del XIX secolo, che offre scorci suggestivi per belle foto. 

Una curiosità: 

Upper Slaughter è tra i 52 Thankful villages, su un totale di circa 16.000 villaggi in Inghilterra e Galles, che non persero uomini in combattimento durante la Grande Guerra del 1914-1918. Anche durante la Seconda Guerra Mondiale, sebbene Upper Slaughter sia stato oggetto di un raid aereo, nel fortunato villaggio non ci furono vittime. Questo lo ha reso uno dei soli 14 villaggi noti collettivamente come Doubly Thankful Villages.

Per una sosta gourmet: A pochi chilometri di distanza, potete fare una sosta alla Daylesford Organic Farm definita “la fattoria più elegante della Gran Bretagna”. Merita una visita per pranzo e per fare scorta di prodotti alimentari organici e di alta qualità. Tenete presente che i prezzi sono piu simili ad una gastronomia di lusso londinese che ad un farm shop. 


Se ne avete la possibilità, concedetevi come minimo 2 giorni per visitare l’area ed i deliziosi villaggi delle Cotswolds; ma consiglio qualche giorno in più se volete davvero godere delle atmosfere senza tempo di questi luoghi.

Per chi arriva dall’Italia consiglio l’aeroporto di Bristol. Non solo è molto vicino alla parte sud delle Cotswolds ma ha anche un altro vantaggio: le strade lì intorno sono molto meno trafficate rispetto a Heathrow o ad altri aeroporti di Londra. Poiché il primo impatto con la guida a sinistra può essere un pò difficile, cominciare da strade tranquille è altamente consigliabile.

7 pensieri riguardo “I più bei villaggi delle Cotswolds

  1. Quando abitavo in Inghilterra e mi capitava di spostarmi nelle campagne rimanevo stupita ogni volta di come quasi tutti i villaggi fossero rimasti fermi nel tempo! Anche in altre zone infatti è così, anche se meno famose.

  2. Simona mi sono salvata il post! È tanto che cerco notizie così dettagliate. Grazie! Mi piacerebbe un sacco andarci.
    Secondo te quale aeroporto è più vicino? E quanti giorni servono avendo l’auto per girarle?
    Grazie delle info

    1. Ciao Cristina, ti consiglio l’aeroporto di Bristol. Non solo sei praticamente attaccata al sud delle Cotswolds ma ha anche il vantaggio che le strade lì intorno sono molto meno trafficate rispetto a Heathrow o ad altri aeroporti di Londra. Questo a mio parere può essere importante quando non si è avvezzi alla guida a sinistra. Ti consiglio almeno 3 giorni, ma se come me ami viaggiare con calma ed assaporare le atmosfere dei luoghi allora resta almeno 5 giorni. Nelle Cotswolds ci sono anche bellissime proprietà (manieri e giardini) del National Trust che vale la pena vedere (un pò di tipo fa ho scritto un articolo a riguardo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *