Nuovi cibi che ho scoperto vivendo in Inghilterra

Viaggiare è anche scoprire nuovi sapori. Per chi ha, o ha avuto, l’occasione di vivere per un pò di tempo  all’estero, l’avventura gastronomica diventa ancora più coinvolgente, in quanto non si tratta solo di assaggiare nuovi sapori ma anche di metabolizzare una sorta di nuova routine culinaria. Da quando vivo a Londra sono stata quasi costretta a provare nuovi alimenti (in mancanza di molti prodotti italiani). Tuttavia ciò si è rivelata una bella opportunità. In Italia abbiamo una tale varietà di prodotti  gastronomici che non sentiamo (o perlomeno sentiamo in minor misura rispetto ad altri popoli) l’esigenza di provare cibi “esotici”. Nel Regno Unito c’è una maggiore apertura alla cucina etnica, in parte dovuta alla loro storia e al passato imperialista, in parte (forse) dovuta ad una tradizione gastronomica locale un pò meno ricca e varia di quella italiana.  

Così un pò per divertimento un pò per condividere con voi le mie scoperte, ho stilato una lista di cibi che in passato non avevo mai assaggiato (ed in alcuni casi non avevo mai nemmeno sentito nominare!) e che ora sono presenti regolarmente nel mio frigorifero e nel mio piatto.  

Hummus e Falafel

I falafel sono polpettine di legumi speziate e fritte. L’hummus è una crema di ceci insaporita con la salsa tahina e succo di limone. Sicuramente avrete sentito nominare entrambi, sono cibi originari del Medio Oriente ed oggigiorno sono reperibili anche in Italia.  Ma nel Regno Unito sono davvero diffusissimi. Non li trovate solo nei locali etnici ma ormai addirittura anche molti pub li servono (come alternativa vegana ai classici burger). In particolare, in famiglia, amiamo l’hummus, che è ormai una presenza fissa nel frigorifero. Oltre all’hummus tradizionale sono diffuse anche le versioni con cipolle caramellate, peperoni, al chilli dolce ed alla barbabietola.  I falafel sono perfetti come street food e come ripieno di sandwich e wrap.

halloumi

Pastinaca

Avete mai sentito parlare della pastinaca? Personalmente non la conoscevo prima di trasferirmi qui. Non è nulla di esotico, anzi… Si tratta di un ortaggio con una forma molto simile alla carota (di cui è  stretta parente). Ma la consistenza ed il sapore sono più simili ad una patata dolce. Si trova anche in Italia ma non è molto diffusa. Nel Regno Unito invece è molto apprezzata. Ottima come contorno o sotto forma di zuppa, si può trovare tutto l’anno ma è tipica della stagione invernale. Facile da cucinare, questo è un ingrediente che ormai è entrato a pieno titolo tra i vegetali preferiti in casa nostra. 

la pastinaca

Coronation Chicken 

Si tratta di un piatto freddo a base di pollo. Nonostante la sua relativa recente invenzione (è una ricetta  inventata in occasione dell’incoronazione della Regina Elisabetta II) è uno dei piatti preferiti della cucina britannica. Si tratta di bocconcini di pollo lesso, immersi in una salsa a base di maionese, chutney di mango e curry. Spesso vengono aggiunti ingredienti come l’uvetta e albicocca secca a pezzetti.  Vi sembra un mix strano di sapori? Anche a me sembrava, eppure vi posso garantire che il risultato è interessante e piuttosto gustoso. Ottimo come farcitura per sandwich golosi e originali. Quando mi rimangono degli avanzi di pollo, mi diverto a prepararlo anche a casa: la ricetta è semplicissima e riscuote sempre parecchio successo! Qui potete trovare una ricetta semplice per realizzarlo.

Sticky Toffee Pudding

Si tratta di uno dei grandi classici della tradizione britannica. Questo dolce (mooolto dolce!) inglese è composto da un pan di spagna umido e soffice, arricchito da datteri tritati finemente, ricoperto da una salsa al caramello, solitamente servito con un crema alla vaniglia o gelato alla vaniglia. Se vi viene offerta la possibilità di scegliere, optate per il gelato. Il contrasto caldo-freddo rende l’esperienza gustativa ancora più piacevole. Di solito vengono servite porzioni generose (sufficiente per due persone, soprattutto se alla fine di un pasto abbondante). Lo Sticky Toffee Pudding viene solitamente servito nei ristoranti di cucina tradizionale inglese e nei gastropub.

Halloumi

Questo è un prodotto che proviene dalla Grecia ma che qui in Inghilterra è molto diffuso. Prima di trasferirmi qui non ne avevo mai sentito parlare… Si tratta di un formaggio: ha una consistenza strana un pò gommosa, per gustarlo al meglio va grigliato e leggermente abbrustolito. In questo modo si ammorbidisce: va mangiato ancora caldo, quando si raffredda diventa duro come una suola!. Lo potete trovare in moltissimi  locali (non necessariamente Greci) e in tutti i supermercati. Io lo preparo spesso a casa accompagnato da una bella insalata mista, con pomodorini ed avocado. Personalmente non mi piace, e quindi non lo consiglio, in versione fritta.

Mince Pies

Si tratta di deliziosi dolcetti natalizi: tartellette di pastafrolla ripiene di frutta candita. Per chi non le conosce il nome potrebbe essere fuorviante, infatti mince richiama la parola mincemeat ovvero  trito di carne, con cui venivano preparate in origine. Tuttavia oggi la carne è stata sostituita un trito di frutta secca (uva passa, ciliegie, albicocche, scorze d’arancia candite, noci), spezie  e un pò di liquore (di solito brandy o rum).  Durante le festività natalizie a Londra troverete mince pies praticamente ovunque, mentre sono introvabili durante il resto dell’anno.  Quindi approfittatene se venite a Londra nel periodo natalizio. All’inizio ero un pò scettica nei confronti di questi dolcetti, ma ormai sono entrata nell’atmosfera locale e per me non è Natale se non mangio almeno una mince pie. Le mie preferite sono quelle in versione mignon.

le mince pies sono uno dei cibi che ho scoperto in Inghilterra

E voi, quali di questi cibi conoscete e quanti ne avete già assaggiato? 😊

11 pensieri riguardo “Nuovi cibi che ho scoperto vivendo in Inghilterra

  1. Che articolo curioso 🙂
    Davvero interessante! Alcuni cibi li avevo già sentiti nominare guardando in tv Masterchef, ma l’ultimo non lo avevo mai sentito. Dev’ essere una delizia!

  2. Sono venuta a Londra gli ultimi due dicembre e mi ricordo la perplessità per i mince pies, che pensavo fossero con la carne anche se sembrano dolcetti!! Alla fine non fidandomi non li ho comprati😅

  3. Anche a me piace tantissimo L hummus e le falafel
    Spesso lo preparo perché ora anche qui si trova la Tahina..
    Avevo assaggiato l halloumi a dubai … ma non mi piaceva…
    gli altri piatti non li ho mai assaggiati.. e soprattutto non gradisco le cose troppo dolci!!!
    Comunque è un articolo davvero carino!!! Complimenti… come sempre!!!😘

  4. Io sono follemente innamorata dell’hummus! Lo scoprii per la prima volta circa 15 anni fa durante il mio primo viaggio in America. Anche lì lo vendono al supermercato in quantità industriale e speziato a vari gusti. Credo che se vivessi all’estero diventerebbe il mio confort food per eccellenza! Ora però voglio assaggiare anche il coronation chicken, sembra davvero buonissimo con quella salsina!

  5. Grazie a te ho appena scoperto la traduzione italiana di Parsnip ahahah prima di trasferirmi nel Regno Unito non sapevo neanche esistesse questo ortaggio! A Londra poi ce n’è per tutti i gusti che è impossibile non provare, e spesso apprezzare, le cucine di altri paesi.

  6. Alla faccia di chi pensa che in UK si mangi solo fish&Chips! Invece è una cucina piuttosto variegata e che risente anche di influenze multietniche. Le mince pies le ho provate per caso e ci sono rimasta male perché sono rimasta col dubbio che fossero un dolce a base di carne!

  7. Sarei davvero curiosa di assaggiarli tutti. Gli accostamenti di sapore sembrano molto particolari e non sono certa di conoscere tutti gli ingredienti che vengono descritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *